IL CIRCUITO OPER-ATTIVO

Un divertente circuito tramite il quale consolidare alcune semplici operazioni di addizione e sottrazione entro il 100.

   

Il gioco è composto da:

  • due dadi con addizioni e sottrazioni senza la decina nel calcolo, ma può essere presente nel risultato;
  • un pannello con un circuito formato da diverse caselle colorate; ad ogni colore corrisponde una decina (viola è il 10, marrone è il 20 ....), ad eccezione del grigio; a destra del percorso si trova il "termometro della vita";
  • 135 tessere divise in 9 gruppi da 15, i cui colori rimandano a quelli usati nel tabellone, con le operazioni da eseguire;
  • 4 pedine e 4 mollette di 4 colori (azzurro, rosso, verde, giallo).



COME SI GIOCA

Si parte tutti dal via, ognuno con la propria pedina e con la molletta sul termometro della vita (a destra del tabellone) sul numero 10.

A turno i giocatori tirano i dadi e risolvono l'operazione che indica di quanto dovranno muovere la loro pedina.


Quando finiscono su una casella colorata, devono prendere una tessera con l'operazione di quel colore. Le operazioni sono state divise in base alla decina (10-20-30-40-50-60-70-80-90). Il secondo numero dell'operazione (addendo o sottraendo) è formato da un solo numero (unità), ma il risultato può prevedere il cambio della decina (verso la decina precedente o successiva).

    

Una volta eseguito il calcolo, il bambino girerà la tessera per verificare la correttezza del proprio risultato.


Se il risultato corrisponde a quello indicato sul retro della tessera, può muovere in avanti la propria pedina di 1 o 2 caselle (dipende da quanto indicato accanto alla V). Ma NON deve eseguire il calcolo della casella su cui finisce. Il turno passa al bambino successivo.

Se invece il risultato non dovesse corrispondere, accanto alla X viene indicata una penitenza che implica un movimento fisico di tutto il corpo o degli arti, con indicato il numero di volte che dovrà essere ripetuto il gesto. Oltre alla penitenza fisica, il bambino dovrà spostare indietro di 1 la propria molletta sul termometro della vita. Poi il turno passa al bambino successivo.

Se un bambino arriva a 0 sul termometro della vita non può più giocare e deve aspettare che tutti finiscano la partita.


Una volta terminata la partita, bisogna sommare i propri punti vita al numero dell'ordine della vittoria, ma contrari (ad esempio se si gioca in 4: il primo ha 4 punti, il secondo 3 e via di seguito). Quindi se un bambino è arrivato secondo e ha ancora 5 punti vita dovrà fare 3+5=8. Quando tutti avranno eseguito questa somma si potrà stendere l'effettiva scala di vittoria: chi totalizza più punti è il vero vincitore, che non coincide obbligatoriamente con chi ha finito per primo il percorso. 

Può infatti per esempio succedere che il bambino arrivato primo abbia un solo punto vita (quindi 4+1=5), mentre chi è arrivato terzo nel percorso aveva ancora 4 punti vita (quindi 2+4=6). Il bambino con 6 punti supera chi ha concluso per primo il percorso, nonostante lui l'abbia terminato per terzo.


Il gioco si pone l'obiettivo di consolidare calcoli matematici (addizioni e sottrazioni) entro il 100, con la possibilità di un cambio della decina, ma in cui il secondo numero dell'operazione è formato solo da unità.

Le penitenze vogliono essere una valvola di sfogo del possibile stress del gioco, per "sciogliere" il corpo e poter continuare a giocare con concentrazione. Inoltre coinvolgono il coordinamento corporeo che viene così stimolato e consolidato anch'esso.

Il circuito oper-attivo quindi è un gioco divertente, con finalità sia educative sia didattiche.

 

SCARICA IL TEMPLATE DEL CIRCUITO OPER-ATTIVO